Gofri al gorgonzola

Durante la festa di fine anno catechistico di alcuni anni fa, ebbi un’ispirazione “artistica”. Il canto “Servo per amore” mi era rimasto in testa:

Intanto, la festa con i gofri faceva da sottofondo. Ho sempre avuto grande stima per Pierpaolo, per il suo impegno di catechista, e credo che lui lo sappia, quindi era l’obiettivo perfetto per un amichevole scherzo.

Scrissi il testo da sovrapporre alle note di “Servo per amore” praticamente di getto, ma ci volle un ulteriore anno prima di potergliela cantare alla festa dell’anno successivo.

Ecco quindi a voi, riproposta nel giorno della festa di fine anno catechistico, l’opera in tutto il suo splendore.

Gofri al gorgonzola

(sulle note di Servo per amore)

Una coda di due ore
all'oratorio per mangiare
dovresti fare ma manca già
il rosso nelle botti vuote.
Ed il gofri che ti chiama
un altro poco ti sazierà
e sulle rime di 'sta canzone
altri gofri chiederai

  Gofri, la vita tua,
  come Pierpaolo ai piedi del bancone
  chiederai gofri alla pancetta
  gofri alla nutella
  gofri e gorgo per l'eternità.

Aspettavi nel silenzio
il tuo turno per i gofri
e la cassetta davanti a te
serve a metterci l'offerta.
Ora il cuore tuo è in festa
perché il tuo gofri biondeggia ormai
l'hai ordinato al gorgonzola
ma è finito e non lo sai...

  Gofri, la vita tua,
  come Pierpaolo ai piedi del bancone
  chiederai gofri alla pancetta
  gofri alla nutella
  gofri e gorgo per l'eternità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>